Arredamento e tecnologia: come creare il connubio perfetto a casa tua

arredo tecnologico

Ormai si sa, la tecnologia sta entrando sempre più prepotentemente nelle nostre vite quotidiane tanto da far riflettere su come abbia fatto il genere umano a farne a meno per secoli! Televisori, frigoriferi, lettori DVD, condizionatori, frullatori, lavastoviglie, forni microonde, ferri da stiro, congelatori, lavatrici fanno ormai parte integrante della nostra quotidianità e di conseguenza anche dell’arredo delle nostre case. Di conseguenza a questi oggetti non si chiede soltanto di essere utili ed efficienti, ma anche di essere esteticamente gradevoli. Se ci si riflette è sulla base di questa esigenza che è nata la figura del designer moderno che sostanzialmente si occupa di rendere esteticamente valido un oggetto che nasce con un preciso fine pratico.

I moderni elettrodomestici sono pensati per adattarsi alle più diffuse tipologie di arredo in circolazione: spesso ciò che si richiede a questi oggetti è la semplicità, la praticità, l’eleganza e la funzionalità. È così che nascono ad esempio i televisori piatti widescreen nati per coniugare un’istanza pratica e una estetica.

Oggi si può dire che gli strumenti tecnologici si integrano abbastanza bene con i vari ambienti ma la loro collocazione non deve essere assolutamente lasciata al caso: prima dell’acquisto occorre misurare lo spazio disponibile e studiarne anticipatamente la collocazione per evitare modifiche all’ultimo. Oltre all’estetica e alla funzionalità, un altro criterio da tenere sempre presente nella scelta di un elemento tecnologico è quello del consumo energetico: è bene chiedere sempre indicazioni e consigli sulla classe di consumo degli elettrodomestici. Sono da preferire quelli ecocompatibili o classificati come A+ e A++ che consumano poco e rispettano l’ambiente.