Arredare in stile etnico: come rendere particolare la tua abitazione

arredo etnico

Sei un appassionato di stile etnico e orientale ma non sai bene come orientarti nella scelta di un mobile con queste caratteristiche? Vorresti dare un tocco di personalità alla tua casa un po’ troppo spenta? Allora sei nel posto giusto! Infatti in questo post parleremo proprio di come scegliere degli arredi etnici evitando di prendere delle cantonate.

Innanzitutto occorre dire che questa definizione racchiude in sé moltissime e varie tipologie di componenti d’arredo: si tratta di tutti quegli stili che non appaiono occidentali e si distaccano da ciò a cui siamo abituati. Quindi si va dai mobili cinesi, giapponesi, indiani a quelli africani, persiani e sudamericani. Purtroppo però molto spesso quello che giunge sui nostri mercati non è che una mera banalizzazione e semplificazione dei mobili originari, per questo la cosa migliore sarebbe procurasi i complementi d’arredo direttamente in loco, durante un viaggio in uno di questi affascinanti posti.

Com’è ovvio questo non è possibile per tutti, quindi ecco a voi alcuni consigli. Ultimamente molte catene di grande distribuzione stanno introducendo una linea di mobili etnici a costo molto ridotto. Io vi consiglio caldamente di lasciar perdere in quanto in questi complementi d’arredo si perde totalmente la vera anima di questi mobili che risiede nell’artigianalità e nell’unicità.

Molto meglio rivolgersi a negozi di commercio equo e solidale (i più noti sono quelli dell’AltroMercato) che spesso, se non li hanno direttamente in loco, sono in grado di procurare arredi etnici provenienti direttamente dalle zone di lavorazione. È anche l’occasione di comprare un mobile di sicura qualità, pagando all’artigiano il giusto prezzo per il lavoro svolto (e senza comunque farvi spendere un patrimonio!).