Arredare la cucina

cucina

La cucina, insieme al soggiorno, è l’ambiente centrale della casa e il biglietto da visita per chi entra nella nostra abitazione.

Per questo non bisognerebbe cercare di risparmiare più di tanto sull’arredo di questa stanza, anche perché una cucina di qualità solitamente dura negli anni.

Si tratta di un luogo estremamente polivalente, nel quale possono essere svolte varie e differenti attività e poi è la stanza in cui tutta la famiglia si riunisce per il rito ancora sacro in Italia del pranzo e della cena.

Nella scelta dei componenti d’arredo bisogna porre particolare attenzione.

È necessario, innanzitutto, che le componenti tecnologiche siano di comprovata qualità e sicurezza.

 

Cucine con penisola, isola o compatte.

Poi si devono considerare quali sono le funzioni che l’ambiente deve svolgere e predisporre un arredo che sia funzionale e flessibile.

Se la dimensione degli spazi lo permette possiamo protendere per una cucina con isola o penisola così da creare uno spazio di separazione dai lavelli.

Con case con pochi metri quadri, puntiamo invece alle cucine compatte che puntano soprattutto alla funzionalità.

Come scegliere la cucina

Single e giovani coppie solitamente prediligono soluzioni con un piano cottura e cassetti multifunzione.

La famiglia numerosa non potrà invece rinunciare a un ampio congelatore, un’ampia vasca nel lavello e un piano cottura che permetta agevolmente di preparare più pietanze contemporaneamente.

I materiali stanno diventando sempre più tecnologicamente avanzati e influiscono sull’estetica generale dell’ambiente: si va dall’alluminio al carburo di silicio, ai materiali plastici.

Quindi bisogna ricercare funzionalità, flessibilità e … un po’ di stile personale!