Come arredare la cucina: rendere vivibile e funzionale questo spazio

cucina

Quanti di voi utilizzano la cucina solo per cucinare e consumare i pasti? Scommetto in pochi: la cucina nella maggior parte delle case è un ambiente vivo che viene utilizzato per una gran quantità di azioni quotidiane, spesso molto più degli altri ambienti domestici. Si tratta di uno spazio estremamente polivalente, nel quale possono essere svolte varie e differenti attività e ovviamente è anche il luogo in cui tutta la famiglia si riunisce per il rito ancora sacro in Italia del pranzo e della cena. Inoltre la cucina, insieme al soggiorno, è l’ambiente centrale della casa e il biglietto da visita per chi entra. Per questo non bisognerebbe cercare di risparmiare più di tanto sull’arredo di questa stanza, anche perché una cucina di qualità solitamente dura negli anni.

Una grande attenzione va posta alle componenti tecnologiche della cucina: queste devono essere di comprovata qualità e sicurezza. Questo non solo garantisce una lunga durata nel tempo, ma molto spesso anche consumi più ridotti e, di conseguenza, una bolletta più leggera. Sapevate che gli elettrodomestici incidono mediamente per il 40% della bolletta? Con macchinari di classe energetica migliore è possibile risparmiare energia e danaro facendo un favore all’ambiente e al portafoglio.

I mobili della cucina devono essere funzionali, partici e molto resistenti. Ogni tipologia di utente dovrà scegliere il modello che più si adatta alle proprie esigenze. Single e giovani coppie solitamente prediligono soluzioni con un piano cottura e cassetti multifunzione. La numerosa famiglia non potrà invece rinunciare a un ampio congelatore, un’ampia vasca nel lavello e un piano cottura che permetta agevolmente di preparare più pietanze contemporaneamente. Con un po’ di pazienza nella scelta e la voglia di fare un buon investimento si troverà di certo una soluzione adatta.