Design anni ’30: arreda la casa con un tocco vintage

sedia anni 30

Gli anni ’30 sono stati di certo uno dei momenti più creativi nella storia del design. È proprio in questi anni che vengono gettate le fondamenta per lo sviluppo su larga scala dell’arredo industriale e della produzione moderna. Limitandoci all’Italia, basti pensare ai grandi architetti e designer operanti nelle Triennali fasciste degli anni ’30: accanto alla demagogia e alla glorificazione del regime vengono fatte delle proposte veramente aggiornate e moderne (che partono in ogni modo dall’osservazione della produzione del Bauhaus).

In questi anni si sperimentano materiali nuovi e tecnologici, come il tubolare metallico, il nylon, la plastica, i laminati, con i quali vengono creati arredi e pezzi di design che rimangono nella storia e che sono ancora oggi apprezzatissimi. Bisogna però ricordare che all’epoca gran parte della popolazione considerava delle vere e proprie stramberie per eccentrici questi mobili moderni dall’aria così satinata e un po’ fredda. Il popolino era ancora affezionato al gusto ottocentesco e umbertino o alla corrente liberty che trovava ancora ampio successo nonostante la sterilità delle creazioni tarde.

Se a questo punto vi è venuta voglia di acquistare una sedia in tubolare metallico o una modernissima lampada potete rivolgervi ai mercatini dell’usato oppure a negozi specializzati nel modernariato. Vi avverto fin da subito che dovete essere disposti a spendere un po’ di soldi.