Meridien Taormina 2012: “Be Fluo!”

1

Tra abiti d’alta moda e tessuti ci è cresciuto, coltivando una passione che si è trasformata presto in professione. Talentuoso, ambizioso e vulcanico, nonostante abbia iniziato da poco, ha già fatto centro con il suo stile, ricevendo l’attenzione dell’entourage dell’alta moda e del mondo “vip”. Dapprima con l’haute couture sposa, e adesso con lo streetwear: la nuova sfida firmata dallo stilista catanese Claudio Di Mari.

Un ulteriore passo in avanti nel suo percorso professionale, per assecondare quell’innata vena creativa che, abbinata all’abilità sartoriale appresa nelle aule dell’Istituto Marangoni di Milano, si trasforma in stile da indossare. Nasce così la sua prima collezione ispirata alla “strada” e pensata per la teen-ager che “affronta” il tran tran quotidiano senza rinunciare a un tocco di glamour e di colore.

 

Colori come farfalle, t-shirt, mini abiti, canotte segnano dunque un nuovo percorso intrapreso: che si tratti di giallo, arancio o verde, l’imperativo dell’estate firmata “Di Mari Streetwear” è “Be Fluo”. Come il nome dell’attesissima presentazione del prossimo 1 luglio, nella splendida cornice di Taormina (ore 21.30, Meridien) che farà da apripista al calendario degli appuntamenti più esclusivi dell’Isola. E cresce l’attesa anche per ammirare le due splendide madrine della serata, Laura Barriales e Nina Senicar, che per l’occasione indosseranno i capi della collezione.

 

La freschezza del jersey di cotone intrecciata con frange fluo in trasparenza dona un allure semplice e nello stesso tempo sofisticato: la collezione è già presente negli stand di alcuni tra gli store più “glam” di Catania e Taormina. Quella che si dice “una moda contagiosa”: «Moda intesa nel suo senso primario di “scelta” – commenta Claudio Di Mari – nel tempo è cresciuto il desiderio di affermare la mia visione, osservando le tendenze, abbinando e lavorando i materiali. Per lo shooting fotografico di questa collezione mi sono lasciato conquistare dai colori e dall’intensità dell’isola di Stromboli, la più giovane delle Eolie, dove si respira un’aria di fermento, un ambiente molto stimolante e ideale come sfondo alle mie creazioni. Non nascondo l’emozione per questo mio nuovo debutto, perchè in fondo mostro per la prima volta l’altra mia metà, quella più creativa, coinvolgente, che ama osare e mettersi in gioco».