Piscina esterna: consigli per costruire una piscina in giardino

piscina-esterna

Con il caldo e l’afa che ci stanno opprimendo in questo periodo chi non sognerebbe di avere una piscina in giardino tutta per sé? Un posto dove rilassarsi e rinfrescarsi con amici e parenti, dedicandosi ad attività ludiche come giocare a palla ma anche ad altre più tranquille come leggere un libro su di un materassino gonfiabile: una vera e propria pacchia!

Per prima cosa bisogna distinguere tra due categorie principali di piscine domestiche da esterno: quelle interrate (parzialmente o totalmente) e quelle fuori terra. Per quanto riguarda quelle fuori terra, possono essere di materiali vari, sono smontabili e temporanee e di conseguenza non richiedono autorizzazioni edilizie. Mentre le piscine interrate devono essere segnalate, generalmente con una dichiarazione d’inizio attività (DIA), all’autorità competente e necessitano in ogni caso dell’intervento di uno specialista. Quelle fuori terra invece possono essere acquistate in un negozio specializzato e montate autonomamente.

I prezzi delle piscine possono variare sensibilmente a seconda delle dimensioni, dei materiali e degli accessori dei quali vengono dotate. Le più economiche sono quelle a struttura morbida in plastica che hanno costi a partire dai €500 per le dimensioni più piccole.

Una volta acquistata la piscina bisogna ovviamente pensare al trattamento dell’acqua della piscina che deve essere costantemente filtrata tramite apposite apparecchiature. Inoltre occorre procedere al controllo del pH (grado di acidità o basicità) e del cloro, alla rimozione delle particelle in sospensione (principalmente insetti e resti di vegetazione) e alla pulizia della vasca (pareti e fondale). Bisogna anche provvedere alle opere di manutenzione ordinaria e straordinaria in caso di guasti.