Pitturare pareti fai da te: come personalizzare la casa

pittura_pareti

Benché siano in molti quelli che non riflettono affatto sulle potenzialità del colore delle pareti nell’economia dell’intero arredamento, la scelta di abbandonare il classico bianco per un tono più sperimentale può rilevarsi particolarmente felice. Una parete colorata può cambiare interamente l’anima di un ambiente rendendola più o meno calda e accogliente e contribuendo ad unire i vari complementi d’arredo. È sicuramente molto stimolante pensare di riformare i propri ambienti in base esclusivamente a degli interventi sulle pareti, ma occorre anche dice che scelte troppo eccentriche possono alla lunga stancare.

Andiamo però ad analizzare alcune delle tecniche più utilizzate per colorare e decorare i muri interni delle abitazioni. Lo stucco antico o veneziano è una tecnica che permette di ottenere pareti colorate, lisce, lucide e brillanti. Molto prezioso è l’effetto del marmorino che evoca le caratteristiche striature del marmo. Si tratta di una tecnica molto apprezzata nei secoli passati che si caratterizza per l’effetto satinato e lucido. La terra fiorentina, che riprende una tradizione rinascimentale, invece è un tipo di lavorazione con il quale si ottiene una parete ruvida, granulosa e opaca, dall’effetto molto elegante. Le velature e le spugnature sono effetti invece più vibranti e vivaci che fanno riverberare il colore nell’ambiente. Non si dimentichi che con le pitture per gli interni è possibile realizzare anche disegni e greche avvalendosi di stencil. Si tratta di un’operazione che può essere perfettamente compiuta da chiunque prestando un po’ d’attenzione e portando pazienza. Sul mercato esistono ormai stencil di moltissime forme e dimensioni in modo da poter soddisfare esigenze molto distanti.

Ovviamente poi esistono anche i pattern decorativi, la carta e la stoffa da parati e persino il mosaico! Basta sperimentare un po’ le proprie idee per rimodernare la casa.