Progettare un giardino fai da te: tutorial

giardino

Sono molte le persone che hanno la passione del giardinaggio e che vorrebbero progettare e realizzare in autonomia il proprio giardino.

Progettare un giardino fai da te: tutorial e cose da sapere

Sicuramente è un bel proposito ma bisogna partire con le idee già molto chiare.

Tipi di giardino

Quindi andiamo a vedere quali sono le varie tipologie di giardini realizzabili, anche se bisogna tenere sempre presente che tipo di terreno si ha a disposizione e il clima del territorio, in quanto non tutti i tipi di giardini possono crescere rigogliosi ovunque.

Giardino mediterraneo

Particolarmente adatto ai climi caldi e secchi è il giardino mediterraneo, caratterizzato da una forma irregolare e un po’ selvaggia. È un luogo molto adatto alla convivialità e ospita piante come il tiglio, il carrubo, il gelso, l’oleandro, l’ulivo, ma non mancano comunque cespugli di ginestre, begonie, rose, rosmarino e salvia. Per la coltivazione vi rimandiamo alla guida alle piante a cura di Casa.atuttonet.it

Giardino all’inglese

Altrimenti si può realizzare un giardino all’inglese, da sempre caratterizzato per la ricerca di una natura ombrosa, libera e irregolare. Questo giardino nasce originariamente in contrapposizione al magnificente e curatissimo giardino francese e si basa sull’idea di contrapporre il volto selvaggio della natura (ma in realtà attentamente costruito dall’uomo) con i ruderi di un passato classico ormai lontano (finte rovine di templi o edifici romani, tempietti dedicati a concetti astratti come la libertà o la sapienza). Oggi i giardini all’inglese sono caratterizzati da folti cespugli fioriti e possibilmente da piante grandi e nodose ricoperte da muschio. Spesso sono attraversati da sentieri con larghi ciottoli.

Giardini all’orientale o zen

Anche i giardini all’orientale vanno estremamente di moda, ma sono di difficile realizzazione. I giardini zen e quelli giapponesi nascono come luoghi di meditazione e di preghiera e conseguentemente, tolti dalla loro cultura, perdono molto del loro significato. Inoltre si basano su concetti profondamente radicati nella loro cultura ma che risultano molto lontani dal nostro modo di pensare. In ogni modo questi giardino vedono la compresenza di sabbia e rocce levigate con piante come l’acero, il pino e l’abete. Torna utile la guida arredamento per la casa interni ed esterni in stile Giapponese.

In ultimo, se avete la possibilità di sfruttare l’acqua, che ne dite di realizzare dei laghetti e dei ruscelli? L’effetto romantico è assicurato!