Recuperare abitazione antica: come ottenere una casa raffinata

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ti piacerebbe abitare in uno splendido palazzo anni ’30? Ti affascinano le vecchie case nobili del ‘700? Bisogna dire che le case con una storia alle spalle hanno sempre un certo fascino ed emanano un’aria raffinata anche quando non sono conservate esattamente benissimo. Certamente recuperare rinnovando in toto una casa antica può essere un’operazione non semplice e spesso anche molto costosa. Ma se si seguono dei semplici consigli è possibile coniugare la storia dell’abitazione con gli aspetti più moderni non spendendo un patrimonio.

Cominciamo con il dire che l’avere una casa che denuncia immediatamente quando è stata costruita non è affatto un difetto: se la si rinnova nel modo giusto, eliminando i particolari più logori e vecchi, si potrà ottenere un piacevole effetto elegantemente retrò niente affatto polveroso. Quindi se gli infissi sono troppo vecchi fate questo investimento e cambiateli (ovviamente se non è possibile recuperarli attraverso un restauro). In seguito mixate sapientemente vecchio e nuovo, vintage e moderno. Tutto questo non renderà poco coerenti gli ambienti se è fatto con buon gusto.

Inserite anche nell’ambiente degli arredi che richiamano gli anni ai quali risale la casa. Che ne dite ad esempio di abbinare a delle sedie anni ’70 un lampadario modernissimo in total white? Oppure un bel divano in pelle nera anni ’80 con dei coloratissimi cuscini con stampe geometriche? O ancora un bel divano d’antiquariato con un tappeto modernissimo? Per svecchiare basta poco: una bella riverniciatura che rendere più fresco l’ambiente, qualche bel quadro (o stampa) di arte informale e un bel tappeto a motivi geometrici e il gioco è fatto. L’importante è farsi guidare dalla creatività, dalla fantasia e di certo dal buon gusto. Provate e resterete sicuramente soddisfatti.