Arredamento in stile country: come scegliere i mobili


I classici mobili basic e razionalisti che vanno tanto di moda ti sembrano roba asettica da ospedale? Ai mobili funzionali e super semplici preferisci quelli molto decorati e che riprendono stili particolari? Bhé certamente quando si sceglie di arredare la propria casa è necessario ritagliarsi degli spazi di libera espressione dove palesare pienamente il proprio gusto e le proprie inclinazioni. Se ciò si riesce a realizzare è di certo un fattore positivo, ma rischia di diventare rischioso quando si ha la passione per i mobili etnici, country o vernacolari.

Di fatti con la scelta di mobili in uno stile particolare o molto caratterizzato si rischia un effetto esagerato, ridondante e alla lunga spiacevole. In questi casi bisogna perciò certamente creare un ambiente unitario e organico, ma senza eccedere in qualcosa che può risultare stucchevole per gli altri e, alla fine, anche per chi ha scelto l’arredo inizialmente con molto entusiasmo. Tolta questa premessa doverosa, lo stile country è gettonato e apprezzato da molti e costituisce un valido stile da adottare nell’arredo di una casa. Occorre aggiungere inoltre che l’arredo country si adatta bene alle case di campagna o, in ogni modo, alle soluzioni indipendenti dotate di un ampio giardino privato.

Country comunque è un aggettivo che può andare a identificare tipologie di arredo molto differenti: da quelle che fanno riferimento al vecchio e selvaggio Far West americano, con il suo armamentario di pelli sfrangiate, teste bovine e riferimenti al mondo equestre, fino alle accezioni legate alla cultura dell’home made in versione bon ton, nelle quali prevale l’eleganza e i toni chiari. Se siete convinti quindi di arredare in questo stile cercate di optare per soluzioni semplici che non vi stufino nel giro di pochissimo.

admin
  • Redattore specializzato in Design
  • Scrittore e Blogger

Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta